4 – Il programma di Laura, progetti, interventi, cantieri

Il piano di rilancio della città passa da idee ben chiare sulla pianificazione e su come valorizzare meglio le bellezze locali e gli spazi a disposizione. “Proseguiremo i progetti di rinnovamento su tutti gli edifici e punti luce per dare il là ad una politica energetica innovativa che miri all’autosostentamento. Sui lavori invece ci impegneremo a prendere in mano la situazione con grande piglio, insieme alle associazioni di categoria e troveremo la soluzione giusta per uscirne in tempi stretti. Le idee sono chiare: un nuovo parcheggio per la stazione lago, comodo per i turisti, ma un piano parcheggi anche nelle aree periferiche per evitare l’attraversamento della città. Sulla Ticosa proponiamo subito un intervento veloce con parcheggi per auto e bus, utile per cittadini e turisti ma vogliamo progettare il futuro di quest’area con attenzione: è una delle ultime di proprietà del Comune. Non vogliamo svendere quella che è una risorsa dei nostri cittadini e dei nostri figli”. Il futuro è pronto per essere disegnato. “Dobbiamo creare le premesse per migliorare la viabilità e l’aria di Como. Da qui a oltre 10 anni sappiamo già cosa fare. Il nuovo PGT sarà uno strumento indispensabile per valorizzare le aree dismesse. Anche sullo stadio abbiamo idee chiare, su come valorizzare al meglio il Sinigaglia che è un monumento nazionale, e su come eventualmente delocalizzarne uno nuovo secondo i nuovi criteri internazionali. Sulle periferie puntiamo invece moltissimo, nonostante l’addio alla realtà delle circoscrizioni. Attraverso le Consulte manterremo contatti più immediati. Anche per lo sport abbiamo bisogno di interventi urgenti. Tutti gli impianti hanno bisogno di essere presi in cura e lo faremo!”.
Nell’ambito poi di portare più servizi e meglio ai cittadini ecco la conclusione finale di Laura Bordoli: “Garantiremo più vicinanza e contatto diretto con i comaschi. Cambieremo anche lo stile di relazionarsi con i cittadini, a partire dagli uffici. Istituiremo anche un ufficio per gli animali. Sarà il nostro, un nuovo modo di amministrare ed essere amministratori. Dateci fiducia”.