“Le panzanate di Gaddi” su La7. Ora rischia la querela

Non è da tutti avere la faccia tosta di andare ospite all’interno di un programma tv nazionale e anche lì dar dimostrazione di non saper perdere. Ma ormai la faccia il povero Sergio Gaddi pare proprio averla persa. Quel che spiace è che il suo arrampicarsi sugli specchi, parlando di brogli alle primarie (da lui condivise in tutto e per tutto fino alla conta finale dei voti, quando realizzò che in città c’era qualcuno,per giunta una donna, in grado di raccogliere più consensi di lui), ora sfiora non solo il ridicolo ma anche il “penale”. In giornata i vertici PdL analizzeranno il video della trasmissione e decideranno se adire le vie legali nei confronti dell’attuale assessore alla Cultura di Como, in carica grazie al PdL ma ovviamente sempre ben ancorato alla sua poltrona nonostante il suo castello di accuse contro il suo stesso partito.