Tag Archives: Elezioni Amministrative 2012

Domani in Sala Stemmi, la presentazione dei “Tecnici di Giunta”

Appuntamento a domani, ore 12, in Sala Stemmi presso Palazzo Cernezzi, sede del Comune per conoscere da vicino Clemente Tajana (ex ingegnere capo del comune di Como), Luca Levrini (docente dell’Università Insubria) e Viviana Ballabio (storica capitana della pallacanestro Comense), i tre tecnici indicati nei giorni scorsi da Laura Bordoli come i nomi giusti da cui ripartire, privi di legami partitici ma soprattutto dotati di grandissima esperienza e professionalità e in grado dunque di intervenire con tempi strettissimi sui problemi irrisolti della città.

Albertini: “La mia esperienza al servizio di Laura Bordoli”

Bagno di folla per l’ex sindaco di Milano Gabriele Albertini, oggi presidente della Commisione Affari esteri a Bruxelles, intervenuto ieri pomeriggio in piazza San Fedele per sostenere il candidato del PdL Laura Bordoli e per presentare il proprio ultimo libro “La lezione di Milano”, pubblicazione in cui si analizzano i motivi della sconfitta della Moratti nelle ultime amministrative e i primi mesi di governo della sinistra, contrassegnati da numerose problematiche già. ”Ho invitato personalmente a Como Gabriele Albertini perché per me è il simbolo del buon governo. Con la sua indipendenza, la sua competenza e la sua onestà, ha saputo lavorare unicamente per il bene della città, senza cedere alle lusinghe dei gruppi di potere, riuscendo invece a rilanciare la città dopo il ciclone di Tangentopoli”, ha detto Laura Bordoli in apertura dell’incontro. Moltissimi i presentyi e i curiosi che si sono fermati intorno al salotto allestito in pieno centro storico. “Se sarò eletta sindaco ti chiedo – proseguito Laura Bordoli – di avere una linea diretta, per potermi confrontare con te sulle scelte difficili e per avere idee utili a costruire, insieme ai  miei cittadini, un futuro migliore per Como”. proposta che l’ex primo cittadino meneghino ha subito accolto in modo positivo. “la mia esperienza è a tua disposizione – ha risposto Albertini – Tu sei la persona giusta: hai tutte le qualità e le competenze professionali per essere un buon sindaco. Solo con te Como potrà risollevarsi ed evitare di essere governata da una sinistra che a Milano mostra una faccia gentile ma in realtà è composta da una coalizione frammentata e litigiosa”. Nel corso dell’incontro Albertini ha poi illustrato alcuni dei temi trattati anche nel proprio libro. Decisamente interessati i presenti, che hanno mostrato di apprezzare ancora a distanza di anni uno dei sindaci più amati da Milano e che non hanno mancato di farsi autografare la copia del libro “La lezione di Milano”.

Auguri, ma non solo, per tutte le mamme!

“Una promessa in occasione della festa delle mamme. Continuare a combattere per garantire sostegno (inteso in tutte le sue declinazioni) alle associazioni che oggi sul nostro territorio si danno da fare per tutelare i diritti delle madri, delle mamme separate e di tutte le donne. Persino Susanna Camusso, leader del Cgil, venerdì ha denunciato che con le 20 violenze sessuali in un mese a Milano si è superato ogni limite, invitando l’Amministrazione comunale gestita da Pisapia a non commettere lo sbaglio di voler ‘dismettere’ i centri antiviolenza. Insieme ai miei auguri, giunga quindi a voi tutte anche questa mia promessa d’impegno: sarò sempre al vostro fianco. La serenità di una famiglia non può fondarsi sull’insicurezza e sulla paura di noi madri e donne”.

Buona festa delle mamme a tutte!

Laura

Ma non era una sinistra moderata? Terza aggressione in pochi giorni

Dopo i manifesti strappati in campagna elettorale, dopo i patetici lenzuoli srotolati lunedì sera di nascosto dietro le telecamere Rai da alcuni giovani esponenti di sinistra (con tanto di scatto fotografico anticipatamente concordato con il fotoreporter de La Provincia), dopo l’info point di via Recchi imbrattato, ecco l’ennesima aggressione, con l’info point di Villa Olmo preso di mira dai soliti facinorosi supporter che hanno strappato e trafugato uno dei due striscioni a supporto di Laura Bordoli. Questa mattina la spiacevole scoperta, con la candidata consigliere Leila Califano che ha trovato la sorpresa. L’episodio registrato avrà ovviamente un seguito e sarà esposto alle forze dell’ordine.

Lunedì 14 maggio in piazza S.Fedele, la lezione di Milano con Gabriele Albertini

Tutti a scuola da Gabriele Albertini. Lunedì 14 maggio alle ore 18.30, direttamente in piazza San Fedele, l’on.Gabriele Albertini, presidente della Commissione Affari Esteri del Parlamento Europeo, sarà ospite del candidato sindaco del PdL Laura Bordoli per presentare il suo ultimo libro: “La lezione di Milano”. Il titolo naturalmente si riferisce alla sconfitta riportata nelle ultime elezioni amministrative nel comune di Milano dal centrodestra per mano del candidato del centrosinistra Giuliano Pisapia. Con l’onorevole Albertini sarà l’occasione per sviscerare tematiche nazionali ma anche locali, ma sarà il momento per riflettere ed analizzare anche le negatività, molte, apparse già in questi primi di governo milanese affidato alla sinistra. C’è tempo quindi per imparare dagli errori ed evitare che se ne commettano altri. Il più grande? Credere che il modello milanese sia perfettamente esportabile anche a Como. Nel capoluogo meneghino, infatti, dopo soli pochi mesi si rincorrono quotidianamente le raccolte firme e le petizioni contro le nuove tasse introdotte da Pisapia, i balzelli, i crimini, etc etc.

Vi aspettiamo numerosi!

Un grazie di cuore a tutti gli amici e sostenitori

Vorrei ringraziarvi uno ad uno, tutti 5286, stringendovi la mano e manifestandovi tutta la riconoscenza possibile per quanto fatto sin qui. Siete stati encomiabili, mi avete supportato ma avete anche sopportato, come i volgari sfottò di ieri sera da parte di una sinistra che ha trovato come al solito il proprio senso di esistere solo nell’esercizio di critica al passato, alla Giunta uscente. Però noi non vogliamo guardare al passato, anzi, il rinnovamento di cui ci siamo fatti interpreti guarda proprio principalmente solo al futuro. Pertanto non siamo ancora ai titoli di coda e, quindi, questo non è certo un commiato. Vi voglio tutti motivati, sereni e carichi di entusiasmo. Perché io, e con me tutto il centro destra, ci credo, ci dobbiamo credere. Non sono, anzi tutti non dobbiamo esserlo, per nulla intenzionata ad offrire in dono la nostra Como ad una sinistra che per il futuro, invece che pensare a rilanciare l’economia della città, pensa già a nuove tasse, moschee e famiglie non tradizionali. Noi invece continueremo a credere fortemente nei valori delle nostre famiglie e  non ci arrenderemo. Che sia ballottaggio allora!

Laura