Tag Archives: PDL Como

Un grazie di cuore a tutti gli amici e sostenitori

Vorrei ringraziarvi uno ad uno, tutti 5286, stringendovi la mano e manifestandovi tutta la riconoscenza possibile per quanto fatto sin qui. Siete stati encomiabili, mi avete supportato ma avete anche sopportato, come i volgari sfottò di ieri sera da parte di una sinistra che ha trovato come al solito il proprio senso di esistere solo nell’esercizio di critica al passato, alla Giunta uscente. Però noi non vogliamo guardare al passato, anzi, il rinnovamento di cui ci siamo fatti interpreti guarda proprio principalmente solo al futuro. Pertanto non siamo ancora ai titoli di coda e, quindi, questo non è certo un commiato. Vi voglio tutti motivati, sereni e carichi di entusiasmo. Perché io, e con me tutto il centro destra, ci credo, ci dobbiamo credere. Non sono, anzi tutti non dobbiamo esserlo, per nulla intenzionata ad offrire in dono la nostra Como ad una sinistra che per il futuro, invece che pensare a rilanciare l’economia della città, pensa già a nuove tasse, moschee e famiglie non tradizionali. Noi invece continueremo a credere fortemente nei valori delle nostre famiglie e  non ci arrenderemo. Che sia ballottaggio allora!

Laura

Risultati finali: si va al ballottaggio contro la sinistra

Ballottaggio era e ballottaggio sarà. Confermando le sensazioni del “pre gara” Laura Bordoli, candidato sindaco del PdL, sarà chiamata a combattere duramente per ribaltare la forbice che ora la vede staccata dal Pd, emerso primo partito in Como. 13,17 e 5286 voti, questi i numeri che accompagnano la giovane squadra del Popolo della Libertà, scesa in campo con entusiasmo dopo il rinnovamento scelto in fase iniziale. Numeri che non possono dirsi soddisfacenti per il PdL, che confermano un leggero calo anche per la sinistra (che mantiene il quorum in percentuale ma a fronte di una forte riduzione dei votanti) e che testimoniano come l’elettorato del centro destra abbia preferito l’astensionismo soprattutto, a dimostrazione di una espressione di critica “pacifica”. Sarà quindi compito ora del centro destra e di tutte le forze che si riconoscono in questi valori e ideali, cercare di compattarsi per impedire che Como possa scimmiottare Milano, dove dopo l’euforia targata Pisapia, sono rimasti sul tavolo i postumi della sbornia (Ticket costosi per entrare in centro in auto, anche per andare a casa o al lavoro; 16 moschee; Nuova tassa sull’occupazione del suolo pubblico che ha messo in ginocchio imprese, artisti, artigiani; feste tradizionali meneghine trasformate in caroselli e parate; metropolitane invase da immigrati clandestini; violenza e microcriminalità alle stelle; smantellamento dei nuclei di polizia locale, e chi più ne ha più ne metta). Una sbornia pazzesca che ha fatto venire il mal di testa a tutti milanesi, guarda caso ora tutti mobilitati con decine di petizioni e raccolte firme, per far sopravvivere gli storici mercatini di quartiere, per preservare le manifestazioni e gli artisti di strada, per dare ossigeno alle imprese edili, di trasloco, di imbiancatura etc, che non possono più permettersi di lavorare in centro, per i cittadini della Milano che devono mettere mano al portafoglio tutti i giorni per tornare a casa o per recarsi al lavoro, il tutto senza che la qualità dell’aria sia mai migliorata! Forza comaschi, non commettiamo lo stesso errore: riconquistiamo la nostra città!

ECCO I NUMERI:

 

A Villa Geno, festa di chiusura campagna con La Russa. Aperitivo per tutti!

Ci sarà anche l’onorevole Ignazio La Russa, insieme al candidato sindaco di Como, Laura Bordoli e tutti i candidati sindaci del PdL della provincia di Como, questa sera, alle 18, al ristorante Villa Geno di Viale Geno, a Como. Sarà l’occasione per il confronto finale con tutti i candidati consiglieri e per pianificare eventuali prossime nuove iniziative. L’invito è ovviamente esteso a tutti gli amici e ai sostenitori del Popolo della Libertà. Al termine dell’incontro con l’onorevole La Russa, tutti i presenti potranno fare un aperitivo con brindisi propiziatorio.

 

Gasparri e Beccalossi: “Forza Laura”

Parole di sostegno, di incoraggiamento e di incitamento a voler proseguire con determinazione sulla linea adottata fin qui. E’ questo quanto indicato ieri dai big nazionali del Popolo della Libertà, Maurizio Gasparri e Viviana Beccalossi, intervenuti ieri in tarda mattinata in via Regina Teodolinda, presso la sede del PdL per una conferenza stampa/incontro di sostegno al candidato sindaco per Como, Laura Bordoli. Da sottolineare le parole della vice coordinatrice regionale: “Serve una politica di sostegno alle aziende del territorio di Como – ha detto l’onorevole Beccalossi – Perché in questa terra gli imprenditori sono abituati a pagare i fornitori, a saldare i propri conti mettendoci la faccia. Perciò ben vengano le battaglie del PdL contro l’Imu e la pressione fiscale!”. Determinato anche Maurizio Gasparri: “Laura incarna quel rinnovamento di cui il PdL, a partire con lo stesso Alfano, si è fatto portavoce – ha spiegato il presidente al Senato del gruppo parlamentare del PdL – Non metterò benzina sul fuoco ma chi ha scelto di rinnegare l’esito delle Primarie si commenta da sè. Noi siamo felici che il nostro partito si sia aperto alla società civile, al mondo del lavoro: dà sempre siamo un soggetto che attrae forze nuove e le coagula. Non possiamo pensare che Como consegni la città alla sinistra, quella delle foto di Vasto, quella che vuole mettere la tassa patrimoniale, quella dei Vendola e dei suoi concetti strambi di famiglia: dobbiamo difendere i nostri valori, quelli cari anche ai comaschi”.

Un tocco di colore in centro: Laura fa felici i bambini, e non solo…

Proseguendo nell’iniziativa “Prendiamoci cura del bene in comune”, il candidato sindaco del PdL Laura Bordoli, coadiuvata da un nutrito gruppo di candidati consiglieri, amici e sostenitori, ha trascorso il pomeriggio in centro città, per rifare il look ai giardini di via Vittorio Emanuele. Davvero colorato il colpo d’occhio al termine del make up allo storico parco giochi di fronte a Palazzo Cernezzi. “Armata” di zappa e palette la squadra di Laura ha piantato nelle aiuole del giardino pubblico e nelle apposite fioriere, moltissime piante colorate, omaggiando i molti bambini presenti con palloncini, adesivi e gadget vari. “Questa è un’iniziativa parallela alla campagna elettorale – ha spiegato Laura Bordoli – Ai grandi progetti sulla città abbiamo scelto di affiancare anche una testimonianza concreta sulla cura delle piccole cose, perché siamo e saremo presenti su tutti e due i fronti: sul presente, da riqualificare, e sul futuro, da pianificare”. L’iniziativa, che ha destato molta curiosità tra le famiglie di passaggio e che è stata apprezzata anche dai turisti, non rimarrà comunque un episodio isolato. Durante i lavori pomeridiani, infatti, Laura Bordoli ha confermato che in caso di vittoria subito nei primi 60 giorni di Governo, darà seguito a questa iniziativa, sempre coinvolgendo i volontari. “Ci saranno iniziative analoghe che saranno replicate in ogni quartiere o dove gli stessi cittadini ci chiederanno di intervenire con urgenza per ridare dignità agli spazi pubblici. E saranno autofinanziate da tutti noi, così come abbiamo fatto in questa campagna elettorale, dove agli investimenti da 150 mila euro in carta e che sporcano la città, sostenuti da qualche avversario, abbiamo preferito invece un profilo più concreto e utile alla nostra città”.

Un mercoledì green ai giardini di Via Vittorio Emanuele

“Mercoledì green”: conferenza stampa in giardino per scoprire come cambierà il verde pubblico nei primi 60 giorni di Governo. Dopo aver riqualificato gli arredi urbani dei giardini pubblici di Via Dei Mille/Via Anzani, Laura Bordoli, candidato sindaco del Popolo della Libertà scende di nuovo in campo con una nuova e coloratissima iniziativa per migliorare l’aspetto di Como. Mercoledì 2 maggio, a partire dalle 15, presso i giardini di Via Vittorio Emanuele, Laura e la sua squadra composta da candidati consiglieri, sostenitori, amici ma anche semplici cittadini innamorati della propria città, daranno infatti seguito all’Iniziativa “Prendiamoci cura del bene in comune”, questa volta dando un tocco decisamente “green” all’appuntamento. Dopo pennelli, rulli e vernici, mercoledì sarà l’occasione per piantare piantine e bulbi nelle aree verdi degli storici giardini della città murata. Nuova-guinea, rose, gerani, tulipani e tanti altri fiori per abbellire la città. “Chiunque volesse partecipare a questa iniziativa in modo attivo - spiega Laura Bordoli - potrà portare una propria piantina o un bulbo e poi saremo felici di aiutarlo a piantarli nei giardini che abbiamo individuato. Forniremo noi gli attrezzi del mestiere, la terra, le palette oltre a centinaia di piante coloratissime per quanti vorranno condividere con noi questo momento di aggregazione che ha però un forte senso civico”. Contro il degrado urbano e le stucchevoli campagne elettorali dei competitors, ecco dunque un’azione che porta un po’ di colore. “E’ una giornata simbolica per testimoniare l’impegno che, qualora fossi eletta sindaco, mi assumerò fin da subito nei confronti del verde della nostra città. Voglio che i comaschi tornino ad innamorarsi della propria città”. Durante il pomeriggio Laura Bordoli sarà a disposizione delle famiglie presenti al parco per discutere con loro delle politiche sociali e scolastiche. Sarà anche l’occasione per discutere con la Stampa delle future azioni previste nelle aree verdi comunali nei primi 60 giorni di Governo. Azioni che non costeranno un euro al Comune.